Soluzioni HUBER per l'industria tessile e del cuoio

Le acque reflue dell'industria tessile e del cuoio contengono molti solidi, in particolare fibre e capelli. Durante il lavaggio delle materie prime viene rilasciata inoltre molta sabbia nelle acque reflue. Esse sono generalmente molto colorate e contengono alti carichi di BOD e COD, per cui devono essere pagate tasse elevatissime, in relazione all'alto tasso di inquinamento. Diventa quindi più economico ridurre i suddetti carichi in loco, in modo tale da poter immettere le acque reflue nelle fognature pubbliche oppure direttamente nel corpo ricettore, senza dover pagare tasse supplementari, oppure pagandole in misura ridotta.

Le esigenze variano a seconda del tipo e della grandezza dell'azienda, della quantità di acque reflue e del carico. Mentre le industrie più piccole devono separare soltanto la maggior parte dei solidi, le grandi aziende sono spesso obbligate a ridurre anche i loro carichi di COD e BOD.

Avanti...Chiusura

Naturalmente gli obblighi di legge devono essere rispettati scrupolosamente. Spesso però diventa addirittura più economico fare di più, minimizzando i costi per le acque reflue ed i rifiuti. A causa del grande fabbisogno di acqua può essere utile depurare l'acqua in modo tale da poterla mandare in ricircolo come acqua di esercizio.

Un prerequisito importante per una soluzione fatta su misura è l'esatta analisi del singolo caso applicativo.

Concetto impiantistico

Concetto impiantistico

Clicca sull’immagine per avere un’apparizione più grande ed interattiva con informazioni dettagliate e link mirati.
Clicca sull’immagine per avere un’apparizione più grande ed interattiva con informazioni dettagliate e link mirati.

Descrizione processo

Descrizione processo

Descrizione del processo

Le acque reflue dell'industria tessile e del cuoio contengono solidi, sabbia, fibre, coloranti, grassi ed un alto tasso di BOD e COD. In una prima fase queste acque vengono pretrattate meccanicamente in un ROTAMAT® impianto compatto HUBER, dotato di griglia fine e di separatore sabbie. Il grigliato viene lavato e compattato, e lo scarico del separatore sabbie viene classificato. Successivamente, per eliminare anche i capelli e le fibre, le acque vengono fatte passare nel nostro microstaccio con una magliatura da 0,5 a 1 mm.

In seguito, le acque reflue pretrattate meccanicamente vengono condizionate chimicamente. Il tipo, la quantità ed i tempi di reazione dei prodotti chimici aggiunti dipendono dal singolo caso applicativo e vengono da noi generalmente determinati con delle prove. Viene comunque utilizzato un flocculante polimerico. Le acque reflue condizionate passano attraverso un impianto a flottazione HUBER, nel quale i solidi ed i grassi vengono separati quasi completamente sotto forma di fanghi flottati. Anche il carico di BOD e COD viene notevolmente ridotto, per cui lo scarico può essere immesso nelle fognature pubbliche.

Se le acque reflue devono essere immesse direttamente nel corpo ricettore o se devono essere mandate in ricircolo come acque di esercizio, devono essere trattate ulteriormente. Una possibilità consiste nel trattamento in un impianto a fanghi attivi a membrane HUBER VRM®, nel quale le acque reflue vengono depurate in modo completamente biologico, eliminando completamente sostanze solide e batteri. In caso di esigenze meno rigide, le acque reflue possono essere condizionate chimicamente e sottoposte ad un trattamento chimico-fisico in un CONTIFLOW® filtro a sabbie.

La quantità di fanghi flottati e fanghi in eccesso viene ridotta con l'aiuto di macchine HUBER per ispessimento fanghi e disidratazione fanghi. Una ulteriore, notevole riduzione si ottiene con un essiccatore fanghi HUBER. Il fango essiccato può essere riutilizzato come materiale combustibile.

Nella realizzazione delle nostre soluzioni ci avvaliamo inoltre di affidabili componenti HUBER in acciaio inossidabile, come per esempio trasportatori a coclea e chiusini, oppure scale, passerelle e parapetti.

Applicazioni

Prodotti

request further information about this solution